È primavera! Puliamo la cantina in tre semplici passi

Delle tantissime attività che l’arrivo imminente della bella stagione ci mette in mente, e ci fa pregustare, probabilmente non fanno parte a pieno titolo compiti come ridipingere la casa, fare lo sgombero cantine (idealmente con l’aiuto di professionisti come Ipest), sistemare gli armadi, e tanti altri lavori di stagione: eppure è proprio questo il momento migliore per sfruttare le giornate più lunghe e il clima più mite, così da sbrigarsi presto e bene. E se per esempio quest’anno è proprio il caso di sistemare la cantina, ecco una piccola guida che ci potrà aiutare a farlo al meglio:

1. Catalogare
Quanti oggetti ci sono nella nostra cantina? Sì: un conto meramente numerico. Decine? Centinaia? Probabilmente, ce ne sono anche migliaia, se la cantina è grande. Il problema del riporre le cose in cantina, a differenza del farlo in casa, è proprio quello: siccome non si tratta di uno spazio che deve essere funzionale e fruibile in ogni momento, tendiamo semplicemente ad accumularvi oggetti su oggetti, senza criterio. Per prima cosa, quindi, apriamo la porta, armiamoci di pazienza, e scopriamo cosa c’è esattamente là sotto – e dividiamo le cose in due gruppi precisi, implacabilmente: ciò che va tenuto, e ciò che va eliminato.

2. Organizzare
Ora che ci siamo liberati del superfluo, rimane ciò che dobbiamo conservare. Bene: la caratteristica principale di un buon magazzino – e la cantina che altro è se non un magazzino? – è quella di essere perfettamente ordinato e organizzato, così che anche in mezzo a tanti oggetti sia semplice e soprattutto rapido recuperare quello che si sta cercando. È il momento di inscatolare gli oggetti dividendoli per tipo, se necessario di montare ganci alle pareti o scaffalature, e così di organizzare lo spazio in modo che tutto sia in ordine e facilmente raggiungibile.

3. Rimuovere
A questo punto ci rimarranno due mucchi di oggetti. Il primo consiste in quelli che, obiettivamente, non ci servono più: gettiamo via quel che si può nella spazzatura, e organizziamoci per portare il resto alla più vicina discarica, per smaltirlo secondo le regole. L’altro gruppo di oggetti consisterà in quelli che ci potrebbero servire, ma non così di frequente da volerli sempre in mezzo ai piedi. Per questi, la soluzione ideale può essere, se la cantina non ha spazio in cui sistemarli, noleggiare un piccolo spazio in un apposito centro, dove saranno ben conservati in attesa che ci occorrano nuovamente.