Piscine montabili: a che servono, vantaggi e costi medi

Quanto è utile una piscina montabile?

Con l'arrivo dell'estate si registra un grande afflusso di vacanzieri che parte per raggiungere le zone costiere dove rinfrescarsi nelle limpide acque del mare. C'è chi però, per svariate ragioni, non può recarsi in spiaggia o, semplicemente, preferisce trascorrere il periodo di riposo tra le mura della propria casa. In tali circostanze non deve per forza rinunciare a rinfrescarsi in acqua nel corso delle giornate più afose. Un modo per godere di tale piacere è l'installazione di una piscina. A questo punto, la domanda che si pone ogni nuovo acquirente è: conviene una piscina in terra o una piscina fuori terra? La scelta dipende innanzitutto dallo spazio che si ha a disposizione e poi dal budget che s'intende utilizzare per installazione e mantenimento. Se si possiedono spazi esterni non particolarmente ampi, una piscina fuori terra (e quindi montabile) è sempre la scelta migliore. Sono perfette per offrire momenti di svago e divertimento nelle giornate calde e umide. Specialmente se si hanno dei figli o dei nipoti, sarà una gioia vederli contenti di giocare in acqua insieme a tutta la famiglia!

Piscine montabili: tutti i vantaggi

Esistono diversi motivi per cui l'acquisto di una piscina montabile è consigliato ed è, molte volte, preferibile a quello di una piscina in terra. Innanzitutto hanno il vantaggio di poter essere posizionate su qualsiasi tipo di superficie: basta che il terreno sia pianeggiante, poi non vi sono altri limiti strutturali. Sono inoltre facilissime da montare (la procedura è molto simile a quando si monta una tenda). Semplicissime anche da smontare, ottime quindi per essere spostate da un luogo all'altro ed essere rimosse con l'arrivo dell'inverno. Tutto ciò non vale per le piscine in terra, le quali vengono installate in maniera permanente con procedura di montaggio abbastanza difficoltosa. Ampia scelta si ha per quanto riguarda forma e dimensioni della piscina. Sono disponibili piccole, medie e grandi da scegliere a seconda dello spazio e delle persone che dovranno utilizzarla. Per quanto riguarda le forme ve ne sono di rettangolari, a otto, ovali e rotonde, perfettamente adattabili ad ogni tipo di esigenza. Anche relativamente ai materiali in cui queste piscine sono realizzate si ha una vasta scelta. Si possono trovare quelle gonfiabili, adatte soprattutto per chi ha dei bambini. Vi è poi la categoria delle piscine rigide, disponibili in legno o in acciaio. Una volta installata basterà riempirla d'acqua e potranno cominciare i bagni al sole! Anche assicurarne pulizia e igiene è particolarmente semplice. Basterà acquistare un kit specifico venduto a parte composto di pompa e apposito filtro. L'acquisto deve essere fatto considerando l'effettivo numero di bagnanti che utilizzeranno la piscina. Infine, a differenza di quanto accade per le piscine in terra, le piscine montabili non richiedono alcun tipo di permesso o compilazione di cavilli burocratici, basta acquistarle e… Tutti in acqua!

Piscine montabili: accortezze necessarie

Quando si installa una piscina montabile, occorre prestare anche alcune accortezze fondamentali. Soprattutto per quanto riguarda quelle poco profonde, nell'eventualità in cui presso l'abitazione vivano bambini o animali domestici, è importantissimo che vi sia uno sbarramento quando non viene utilizzata. In tal modo si eviterà che i suddetti possano entrare in piscina in maniera incontrollata. Per alcune persone, una piscina montabile potrebbe sembrare leggermente ingombrante a livello estetico rispetto a quelle in terra a causa della struttura visibile. Questo piccolo difetto apparente può essere facilmente superato dotando la piscina di una bella terrazza in legno capace di mascherare l'involucro. In più, nell'eventualità in cui, per qualche ragione, si decida di non procedere allo smontaggio della piscina nel corso dei mesi invernali, bisogna dare il via ad una serie di pratiche manutentive, soprattutto durante i periodi più freddi a causa delle possibili gelate. Se si desidera evitare questi incresciosi impegni, allora il consiglio è quello di smontare la piscina e riporla all'asciutto. L'anno dopo si potrà reinstallare in giardino senza alcun tipo di problema.

Piscine montabili: costo medio

Il vantaggio più grande di scegliere una piscina montabile rispetto ad una in terra risiede sicuramente nel costo. C'è una differenza enorme essendo il valore minimo di quest'ultima sempre intorno ai 10 mila euro. In più, parecchi modelli possono arrivare anche a 25 mila euro! Praticamente si avvicina quasi al costo di un appartamento! Le piscine montabili invece sono accessibili a tutti, non bisogna essere per forza ricchi sfondati al fine di possederne una. Per le più economiche i costi si aggirano intorno ai 50 euro, mentre i modelli un po' più grandi e con materiali più resistenti possono arrivare a circa 800 euro. Il costo medio quindi si aggira attorno ai 400 euro circa. Come si può notare è praticamente nullo in confronto al denaro necessario per le piscine in terra.